gaetano bruno

records manager

Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 22 Maggio 2013, n. 118 del D.M. 3 Aprile 2013, n. 55 (II decreto attuativo) sono operative le regole tecniche per la gestione dei processi di fattura elettronica obbligatoria verso le Amministrazioni statali, denominata anche fatturaPA, in attuazione dell’obbligo disciplinato dalla normativa primaria dall’art. 1, co. da 209 a 214, L. 24 Dicembre 2007, n. 244 (Finanziaria 2008).FatturaPA

Questo significa che tutte le Amministrazioni destinatarie non potranno nè accettare le fatture emesse o trasmesse in forma cartacea nè procedere al pagamento, neppure parziale, sino all’invio del documento in forma elettronica. I fornitori delle Amministrazioni pubbliche dovranno gestire il proprio ciclo di fatturazione esclusivamente in modalità elettronica, non solo nelle fasi di emissione e trasmissione ma anche in quella di conservazione. La data di entrata in vigore del decreto attuativo è fissata per il 6 Giugno 2014. L’obbligo inizialmente scatterà per i fornitori dei seguenti Enti Pubblici: Ministeri, agenzie fiscali, enti nazionali di previdenza e assistenza sociale. Le altre amministrazioni incluse nell’elenco ISTAT attenderanno il 6 Giugno 2015, fatta eccezione per le amministrazioni locali, per le quali la data di decorrenza sarà determinata con apposito decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

In particolare, le fatture emesse elettronicamente dai fornitori della P.A. devono essere trasmesse, anche per il tramite di intermediari, solo attraverso il sistema di interscambio – SdI, gestito dall’Agenzia delle Entrate attraverso Sogei. L’unica FatturaPA validamente emessa è quella che rispetta il tracciato XML (eXtensible Markup Language) e che viene sottoscritta con firma elettronica qualificata o digitale dell’emittente.

  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Youtube